Questo sito usa cookie per fornirti un'esperienza migliore. Proseguendo la navigazione accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra OK
ambasciata_wellington

Albo consolare

 

Albo consolare

Tariffe Consolari clicca sul link

 

 

- Cittadini residenti nelle regioni di AUCKLAND e CHRISTCHURCH

AVVISO - RETE CONSOLARE ONORARIA - AUCKLAND

Si informa l'utenza che il Console Onorario di Auckland Bernadette Luciano sara' assente nel periodo 1 agosto - 4 dicembre 2017.

In queste date sara' possibile prendere appuntamento a Auckland per la rilevazione dei dati biometrici ai fini del rilascio di un nuovo passaporto:

- lunedi' 28 agosto

- lunedi' 9 ottobre

- lunedi' 6 novembre

Per prendere un appuntamento inviare una email a wellington.ambassador@esteri.it.

_____________

Rilevazione dati biometrici per passaporto

Si informano tutti i connazionali residenti a Auckland, Christchurch e dintorni che sono disponibili rispettivamente presso il Consolato Onorario d’Italia a Auckland e l'Agenzia Consolare Onoraria a Christchurch gli apparecchi per la rilevazione delle impronte digitali per l’emissione del passaporto.
Il passaporto non potra’ comunque essere rilasciato a vista, dal momento che il trasferimento dei dati biometrici e la stampa del documento devono obbligatoriamente avvenire presso l’Ambasciata a Wellington.
Il vantaggio per i connazionali sara’ comunque evidente, in quanto si potra’ concordare direttamente con i rispettivi rappresentanti consolari onorari (Dott.ssa Bernadette Luciano a Auckland e Arch. Belfiore Bologna a Christchurch) un appuntamento in qualunque periodo dell’anno, pur se il rilascio effettivo del passaporto ed il suo recapito a domicilio avverranno solo dopo qualche settimana.
Per chiarimenti ed appuntamenti, vedi recapiti Rete Consolare.

 

- PENSIONI

Avviso

Dal 1 settembre 2017 sarà disponibile un servizio di Patronato in Nuova Zelanda. Sarà gestito dall’Inas (Istituto Nazionale
Assistenza Sociale) Australia con sede in Melbourne.

Il ‘Punto Inas NZ’ fornirà un servizio di assistenza e tutela dei cittadini italiani o di origine italiana presenti in Nuova Zelanda
in materia previdenziale, sanitaria e socio-assistenziale.

Il servizio è gratuito ed ha lo scopo di difendere e promuovere il diritto alla salute, all’assistenza ed alla previdenza dei
cittadini.

Gli interessati possono inviare domande o richieste di informazioni all’indirizzo email: pensioninz@gmail.com (attualmente gestito in Nuova Zelanda dal sig. Roberto Di Denia), oppure telefonare il martedì dalle 17 alle 19 ed il mercoledì dalle 9 alle 12 al
numero: 021 256 1891.

 

Pagamento delle pensioni all'estero

 
ULTERIORI COMUNICAZIONI DELL’INPS SULLA CAMPAGNA 2017 DI ACCERTAMENTO DELL’ESISTENZA IN VITA

Di seguito si riportano gli ulteriori dettagli forniti dall’INPS in merito alle novita' introdotte quest'anno per la campagna 2017 d'accertamento dell'esistenza in vita dei pensionati residenti all'estero.

1) Lo scorso primo settembre e' iniziata la prima fase dell'accertamento generalizzato dell'esistenza in vita per i pensionati all’estero, anche per coloro che risiedono in Nuova Zelanda.

La lettera esplicativa e il modulo standard di attestazione (Allegato 2) verranno inviati in unico plico ai pensionati entro il corrente mese. Il modulo dovra' essere restituito (secondo le varie modalita' appresso richiamate) entro il 5 gennaio 2018. Gli interessati
che non facciano pervenire l'attestazione in tempo utile riceveranno il rateo di febbraio 2018 in contanti presso le agenzie "Western Union" del Paese di residenza, che dovranno riscuotere entro il 19 febbraio 2018.

2) Il secondo blocco di accertamenti riguardera' tutti gli altri Paesi non coinvolti nella prima fase e partira' da febbraio 2018.

3) L'INPS ha precisato che la riscossione in contanti presso gli sportelli Western Union non costituisce una valida prova dell'esistenza in vita nel caso in cui il pagamento delle rate correnti di pensione sia disposto a favore dei legali rappresentati e procuratori dei pensionati. Tale modalita' non e' consentita inoltre nei seguenti casi:

• qualora il pensionato risulti residente in Italia;

• nei paesi in cui non sono presenti Agenzie Western Union;

• nel caso in cui l'importo della pensione mensile in pagamento sia superiore 6.300,00 euro o 7.300,00 dollari statunitensi.

In questi casi, a febbraio 2018 saranno sospesi i pagamenti delle pensioni intestate a soggetti, residenti in Paesi rientranti nella prima fase di verifica che non abbiano prodotto la prova di esistenza in vita entro il 5 gennaio 2018.

4) Come gia' anticipato, quest'anno la verifica non riguardera' tutti i soggetti interessati. Ad integrazione di quanto gia' comunicato, l'Istituto ha fatto presente che l'accertamento avverra' ogni due anni per coloro che riscuotono con un unico pagamento annuale pensioni di importo mensile inferiori a 10 euro.

5) Modalita' di attestazione dell'esistenza in vita.

A) La modalita' ordinaria di produzione della prova dell'esistenza in vita rimane quella cartacea, attraverso la compilazione del modulo di cui all'Allegato 2 (controfirmato dal funzionario dell’Ambasciata o da un rappresentante della rete consolare onoraria oppure da un'autorita' locale abilitata ad autenticare la sottoscrizione dell'attestazione - cosiddetto "testimone accettabile", es. Justice of the Peace), e dei relativi allegati, da inviare alla casella postale indicata nella lettera esplicativa.

B) In occasione delle precedenti verifiche generalizzate dell'esistenza in vita, e' emerso che i pubblici funzionari di alcuni Paesi talvolta si rifiutano di sottoscrivere il modulo di Citibank. Per evitare difficolta' ai pensionati, in tali casi Citibank accettera' le certificazioni di esistenza in vita emesse da enti pubblici locali. Tali certificati devono costituire valida attestazione dell'esistenza in vita: non sono considerate sufficienti le certificazioni rilasciate per altre finalita' (ad es. certificati di residenza).

Per facilitare la gestione delle procedure di validazione dell'attestazione, e' necessario che le certificazioni rilasciate da Autorita' locali siano inviate a Citibank unitamente al modulo di attestazione dell'esistenza in vita predisposto dalla stessa Citibank compilato dal pensionato.

Tuttavia, al di fuori dei casi di effettiva impossibilita', e' auspicabile l'utilizzo del modulo standard di attestazione di esistenza in vita predisposto dalla banca, poiche' tale modulo puo' essere esaminato e validato automaticamente e tempestivamente dai team operativi di Citibank. Al contrario, nel caso in cui pervengano certificazioni diverse, sara' necessario verificare la sussistenza dei requisiti formali e sostanziali che rendono accettabile la certificazione, con conseguente allungamento dei tempi del processo di accertamento dell'esistenza in vita. Inoltre, qualora il certificato non risulti idoneo, il processo di produzione della prova di esistenza in vita dovra' essere ripetuto secondo modalita' diverse.

Nell'eventualita' che i pubblici ufficiali locali, pur completando l'attestazione con la sottoscrizione e l'apposizione
del timbro, si rifiutino di riportare nel modulo le informazioni riguardanti l'identificazione del funzionario e dell'Istituzione di appartenenza, l'INPS consente ai pensionati di completare l'attestazione autenticata dal testimone accettabile con l'indicazione dell'Istituzione e del nome e cognome del funzionario che ha verificato l'identita' del pensionato.

In ogni caso deve essere possibile identificare l'Istituzione o il pubblico ufficiale che ha effettuato l'autenticazione.

Per i casi in cui non sia indicato il cognome da coniugata, resta confermata la possibilita' che le pensionate aggiungano o sostituiscano sui moduli di attestazione tale cognome a quello da nubile, compilando la dichiarazione e sottoscrivendola col proprio cognome
esatto. Anche in questo caso, peraltro, e' necessaria l'attestazione da parte del testimone accettabile.

C) Nel caso in cui il pensionato si trovi in stato di infermita' fisica o mentale o si tratti di pensionati che risiedono in istituti di riposo o
sanitari, pubblici o privati, o di pensionati affetti da patologie che ne impediscono gli spostamenti (cd. allettati) o di soggetti incapaci o reclusi in istituti di detenzione, e' necessario contattare il servizio di assistenza di Citibank, che rendera' disponibile il modulo alternativo di certificazione di esistenza in vita (Allegato 3). Tale modulo, su richiesta del pensionato, del Patronato o di codeste Sedi, sara' inviato a mezzo di posta elettronica in formato PDF; codeste Sedi, oltre che i Patronati abilitati, hanno la possibilita' di produrre e stampare autonomamente il pacchetto per la prova alternativa di esistenza in vita.
Questo modulo dovra' essere compilato e sottoscritto da uno dei seguenti soggetti e restituito a Citibank unitamente alla documentazione supplementare sotto elencata:

- se il soggetto attestante e' un funzionario dell'ente pubblico o privato in cui risiede il pensionato, occorrera' allegare una dichiarazione recente su carta intestata dell'ente che confermi, sotto la propria responsabilita', che il pensionato risiede nell'istituzione ed e' in vita;

- se il soggetto attestante e' il medico responsabile delle cure del pensionato, occorrera' allegare una dichiarazione recente su carta intestata del medico che confermi, sotto la propria responsabilita', che il pensionato e' in vita ed impossibilitato a seguire la procedura standard;

- se il soggetto attestante e' il procuratore o il tutore legale del pensionato, occorrera' allegare una copia autenticata dell'atto di conferimento della tutela o della procura di data recente e debitamente timbrata o di una sentenza di nomina del tribunale.

D) La modalita' di attestazione alternativa dell'esistenza in vita da preferire e' quella tramite il portale web dedicato, per il tramite dell’Ambasciata.

6) Servizio di assistenza Citibank.

Anche per quest'anno e' attivo il Servizio Clienti della Banca a supporto dei pensionati, operatori di Consolati, delegati, procuratori, che necessitano di assistenza riguardo alla procedura di attestazione dell'esistenza in vita.

Il Servizio Clienti Citibank puo' essere contattato dai pensionati:

• visitando la pagina web www.inps.citi.com ;

• inviando un messaggio di posta elettronica all'indirizzo inps.pensionati@citi.com ;

• telefonando ad uno dei numeri telefonici indicati nella lettera esplicativa.

Il servizio e' attivo dal lunedi' al venerdi' fra le 8:00 e le 20:00 (ora italiana) in italiano, inglese, spagnolo francese, tedesco e portoghese.

E' disponibile, inoltre, il Servizio Automatico Interattivo di Citibank, attraverso cui, telefonando ai numeri telefonici indicati sul sito della Banca, e' possibile verificare la fase di validazione di una o piu' attestazioni di esistenza in vita, 24 ore su 24, 365 giorni l'anno. Si sottolinea che per utilizzare il servizio automatico e' necessario disporre del numero di 12 cifre con cui la Banca identifica ciascun pensionato, che e' riportato in alto a destra in tutte le comunicazioni di Citibank.

Allegato 2 ; Allegato 3 .
 
 
02.02.2017 - Calendario pagamento trattamenti pensionistici ai titolari residenti all'estero

Il pagamento e’ stato riportato al primo giorno del mese di apertura delle banche.

 
 
 
- Unioni civili

La Legge 76/2016 (entrata in vigore lo scorso 5 giugno) e relativo Regolamento di attuazione (in vigore dal 29 luglio scorso) prevedono la possibilita’ di contrarre unione civile tra persone dello stesso sesso (di cui almeno una in possesso della cittadinanza italiana) presso l’Ufficio consolare competente (in base alla residenza di una delle parti) e l’obbligo dei cittadini di trasmettere gli atti di matrimonio o di unione civile contratti all’estero con persona dello stesso sesso.

Per informazioni ed approfondimenti, si prega di contattare gli Uffi della Cancelleria consolare (Recapiti nella sezione Uffici). 


- Varie

Agevolazioni fiscali sugli immobili posseduti in Italia dai pensionati iscritti AIRE

Aumento imposta di bollo 

 

- Bandi Concorso Vari

Avviso di assunzione impiegato a contratto del 20.01.2016 (scaduto)

Avviso di assunzione impiegati a contratto del 15.01.2015 (scaduto)


Bandi concorso alloggi popolari e E.R.P. (clicca sul titolo)
Per maggiori informazioni su modalità e termini si suggerisce di consultare i siti web dei Comuni interessati.

“40ma PREMIAZIONE DELLA FEDELTA' AL LAVORO, DEL PROGRESSO ECONOMICO E DEL LAVORO VERONESE NEL MONDO Ed. 2017” Bando Modulo


- Elezioni politiche e amministrative in Italia e Referendum

Comunicazione Regione Siciliana; Modifica elenco "A" allegato al D.A. n. 101 del 12/05/2017.

Revoca dei comizi elettorali nel Comune di Castelvetrano (TP): Decreto Assessoriale della Regione Sicilia ; Nota Modifica Elenco "A"

Societa' Trenitalia - Modalita' di emissione dei biglietti per i viaggi degli elettori italiani residenti all'estero Allegato 1

Agevolazioni autostradali per gli elettori residenti all'estero

Limitatamente alle elezioni dei Sindaci, l'eventuale secondo turno avra' luogo nella giornata del 25 giugno 2017.

  •  Fiuli Venezia-Giulia - Elezioni comunali dell'11 giugno 2017. Convocazione dei comizi elettorali

Allegato 1 ; Allegato 2

 

- Pubblicazione di matrimoni

N.B. Gli atti di pubblicazione di matrimonio sono firmati digitalmente (Circ. Ministero Interno n. 13/2011)  ed accessibili solo con carta CNS, su browser Browser Web Mozilla Firefox o Google Chrome oppure tramite apposito software.
Per consentirne l’accesso all’utenza, l’atto firmato digitalmente e’ accompagnato da identico documento in formato non modificabile, senza firma digitale.

- Cambiamento di Prenome/Cognome

Cambiamento di Prenome CANESTRI Isabella Madison Emilia (da "Madison Emilia" a "Isabella Madison Emilia")

Avviso cambiamento prenome CANESTRI Isabella Madison Emilia.pdf

Avviso cambiamento prenome CANESTRI Isabella Madison Emilia.pdf.p7m

 

Comunicati

COGNOME MATERNO - COGNOME PATERNO

La Corte Costituzionale ha dichiarato l'illegittimita' costituzionale della norma nella parte in cui non consente ai genitori, di comune accordo, di trasmettere al figlio, al momento della nascita, anche il cognome materno oltre a quello paterno.

In ottemperanza a quanto disposto dalla Corte Costituzionale, il Ministero dell'Interno ha diramato l'allegata Circolare n.1/2017 n.1/2017  intesa a dare attuazione ai principi di diritto affermati dal giudice costituzionale.

Gia' prima della citata sentenza della Corte Costituzionale, in virtu' di quanto disposto con la circolare del Ministero dell'Interno n. 397/2008, gli atti di nascita relativi a doppi cittadini nati all'estero potevano essere trascritti in Italia anche se recanti cognomi diversi da quello attribuibile in base alla normativa italiana, fatta salva la diversa manifestazione di volonta' del soggetto interessato.

In ragione della pronuncia del giudice costituzionale, ora, anche gli atti di nascita stranieri di figli di genitori entrambi esclusivamente italiani, presentati per la trascrizione in Italia, che gia' rechino il cognome materno IN AGGIUNTA a quello paterno diventano ricevibili nell'ordinamento italiano, purche' accompagnati da prova della comune volonta' dei genitori in tal senso.

Se la volonta' comune dei genitori di attribuire il cognome materno IN AGGIUNTA a quello paterno e’ gia' stata espressa di fronte all'autorita' di Stato Civile locale, tale manifestazione sara’ riportata nell'atto o in un atto disgiunto, che dovra’ essere trasmesso all’Ufficio consolare per la trascrizione in Italia.

Nel caso opposto, l'EVENTUALE volonta' COMUNE dei genitori di attribuire al figlio ANCHE il cognome materno potra' essere espressa contestualmente alla richiesta di trascrizione degli atti di nascita formati dalle autorita' locali.

In tali casi, l'atto di nascita (debitamente tradotto e completo di Apostille) dovra' essere, come di consueto, trasmesso all’Ufficio consolare per la trascrizione nel Comune italiano, unitamente alla dichiarazione concernente l'attribuzione del cognome materno. Analogamente si dovra' procedere nei casi di figli nati fuori del matrimonio riconosciuti dai genitori con dichiarazioni rese dinnanzi all’Ufficio consolare o di fronte alle autorita' locali, nonche' nei casi di adozione per i quali i coniugi adottivi si rivolgano a codesti
Uffici per ottenere il riconoscimento e la trascrizione in Italia dei provvedimenti di adozione e degli atti di stato civile degli adottati.

 

 

SEPARAZIONE E DIVORZIO. CIRCOLARE DEL MINISTERO DELL' INTERNO N. 16 DEL 1 OTTOBRE 2014 (ADEMPIMENTI CHE COMPETONO ALL'UFFICIALE DI STATO CIVILE IN APPLICAZIONE DELL'ART. 6 DEL DECRETO LEGGE 12 SETTEMBRE 2014, N. 132 )
Si attira l'attenzione dei connazionali su una importante novità introdotta con il DL 12.09.2014 e successiva circolare del Ministero dell'Interno n.16/14, in tema di separazione personale, di cessazione degli effetti civili e di scioglimento del matrimonio. In virtù di tale norma viene riconosciuta ai coniugi la facoltà di concludere una "convenzione negoziale assistita da un avvocato" nei casi di separazione personale, cessazione degli effetti civili o di scioglimento del matrimonio nonché di modifica delle condizioni di separazione o di divorzio. Si sottolinea che tale norma non trova applicazione quando si è in presenza di figli minori, maggiorenni incapaci o portatori di handicap grave ovvero economicamente non autosufficienti.








105